Orario di lavoro, Turni e Reperibiltà

Ci troviamo costretti, viste le segnalazioni che ci arrivano, a sottolineare nuovamente diritti e doveri delle lavoratrici e dei lavoratori Sistemi Informativi in materia di Orario di lavoro, turni e reperibilità.

Tali istituti sono normati dal Contratto Nazionale, dal Contratto Integrativo Aziendale e dalla Nop016 (Gestione Presenze ed Assenze).

L’orario di lavoro è fissato in 40 ore settimanali suddivise in 8 ore giornaliere, dal lunedì al venerdì, con ingresso dalle 8,00 ed uscita alle ore 17,00.

L’intervallo è fissato in un’ora dalle 13.00 alle 14.00.

E’ prevista la flessibilità

di un’ora e trenta minuti in ingresso, dalle ore 8,00 alle ore 9,30, con conseguente uscita dalle ore 17,00 alle ore 18,30.

Le ore prestate oltre l’orario normale sono considerate straordinario.

Le ore o le giornate non lavorate sono considerate assenze.

Per il personale inserito in specifiche turnazioni, la presenza operativa giornaliera per ogni turno è di 8 ore, comprensive di mezz’ora di intervallo, che comunque non si potrà collocare ad inizio e fine turno.

Per attività a turno si intendono quelle attività che prevedono l’avvicendamento tra lavoratori con articolazione dell’orario di lavoro diversa dalla fascia oraria prevista dal regolamento Aziendale. Quindi se devi entrare ad un orario predeterminato, non fruendo come fanno i tuoi colleghi della elasticità, sei automaticamente in turno.

Per reperibilità si intende la possibilità per il singolo lavoratore di essere contattato dall’Azienda e/o dal Cliente, al di fuori del normale orario di lavoro e all’interno di un predeterminato arco temporale, per sopperire ad esigenze normalmente programmate dell’Azienda e del Cliente al fine di assicurare il supporto operativo, il ripristino e la continuità dei servizi.

Quindi le regole ci sono, chiare e non interpretabili.

Se il capo ti chiede di iniziare ogni giorno a lavorare alle 10,00 sei in turno quindi devi lavorare otto ore compresa la pausa di mezz’ora e percepire l’indennità turno come previsto dal CIA.

Se il capo ti dice che quando esci dal lavoro devi tenere il cellulare acceso ed intervenire alla bisogna, sei in reperibilità e devi percepire l’indennità prevista dal CIA (  non puoi stare in reperibilità più di 15 giorni al mese).

Se il capo ti dice che il turno o la reperibilità NON è prevista dal contratto con il cliente, NON è un tuo problema. A te spetta: sarà compito del capo, del commerciale e comunque dell’Azienda intervenire sul cliente.

Il non rispetto delle regole aziendali e contrattuali, oltre a comportare una remissione economica, sono un rischio per il mantenimento del tuo posto di lavoro.

Se il capo ti chiede di lavorare il sabato e poi ti permette di rimanere a casa il lunedì senza segnare ferie e permesso ti sta facendo commettere un illecito per il quale potresti essere licenziato.

Se non sei ufficialmente in turno ma arrivi tutti i giorni alle 11:00 e, malauguratamente hai un incidente alle 9:30, non sei coperto da assicurazione e puoi essere licenziato per assenza ingiustificata.

Se stai vivendo situazioni illegali denunciale alla RSU che provvederà immediatamente a segnalare le violazioni alla Direzione del Personale.

Aiutaci a difendere i tuoi diritti!  Rispetta i tuoi doveri!

RSU/RSA Sistemi Informativi

primi sui motori con e-max
  • 10 Novembre 2017 - Sciopero Generale USB
  • 17 Luglio 2017, ore 9:30 - Riunione RSU  Roma
    Oggetto: StartUp dopo elezioni
  • 10 luglio 2017, ore 15:00 - Incontro RSU/RSA, Azienda e O.O.S.S. presso U.I.R. Roma
    Oggetto: Informativa annuale

STAY CONNECTED

Clicca su un link e scarica la APP della RSU:

Android